NIKOS ECONOMOPOULOS

Nikos Economopoulos è nato nel Peloponneso, in Grecia. Ha studiato legge a Parma, in Italia, e ha lavorato come giornalista. Nel 1988 ha iniziato a fotografare in Grecia e in Turchia e alla fine ha abbandonato il giornalismo per dedicarsi alla fotografia. È entrato in Magnum nel 1990 e le sue fotografie hanno iniziato ad apparire su giornali e riviste in tutto il mondo. Nello stesso periodo, ha iniziato a viaggiare e fotografare molto nei Balcani. Questo ha vinto il “Mother Jones Award” (San Francisco, CA) per lavori in corso. Dopo il completamento del suo progetto sui Balcani nel 1994, divenne membro a pieno titolo di Magnum. Il suo libro “In the Balkans” è stato pubblicato nel 1995 a New York (Abrams) e ad Atene (Libro).Negli anni ’90 ha iniziato a lavorare su confini e incroci, fotografando gli abitanti della “Linea Verde” a Cipro, i migranti irregolari al confine tra Grecia e Albania e le migrazioni di massa di etnia albanesi in fuga dal Kosovo. A metà degli anni ’90, ha iniziato a fotografare i Rom e altre minoranze. Nel 2000 ha completato un progetto di libro sui narratori delle isole dell’Egeo, commissionato dall’Università dell’Egeo. Una retrospettiva del suo lavoro intitolata “Economopoulos, Photographer” è stata pubblicata nel 2002 e successivamente esposta al Museo Benaki di Atene. Successivamente, è tornato in Turchia per perseguire il suo progetto personale a lungo termine nel paese, dove ha ricevuto il premio Abdi Ipektsi (2001), per la pace e l’amicizia tra la popolazione greca e quella turca.

Di recente si è rivolto all’uso del colore. Attualmente trascorre la maggior parte del suo tempo lontano dalla Grecia, viaggiando, insegnando e fotografando in tutto il mondo, nel contesto del suo progetto “On The Road” a lungo termine.